Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Mercoledì 13 Dicembre 2017
Italiano English
Montefalco

Tra Chiese del ‘500 e Catacombe prima di arrivare a ‘Mura Saracene’


A tre chilometri da Montefalco sorge Montepennino dove si trova la chiesetta di S. Antonio fatta costruire da un certo Marco del Fiorone alla fine del XV secolo, con la dedica alla Madonna degli Angeli. All’interno meravigliosi dipinti del Melanzio, Ascensidonio Spacca della fine del ‘500.
Nella vicina località di Pietrauta si incontra la moderna chiesa di S. Antanasio costruita nel 1938 dove in occasione dello sbancamento dell’area, ora c’è un giardinetto, fu scoperto casualmente un cunicolo sotterraneo con nicchie ai lati e tracce di lucernari, ritenuto una catacomba.
All’interno della chiesa c’è un affresco di una Madonna con Bambino tra i SS. Atanasio e Silvestro opera di un pittore milanese Andrea Fossombrone, che ritrasse nel S. Atanasio Don Brizio Casciola, celebre in quegli anni in quanto fu indicato come l’ispiratore della figura del ‘Santo’, nel romanzo più noto del Fogazzaro.
Vicino a questa località lungo la strada provinciale, in una zona chiamata ‘Mura Saracene’, su un pianoro elevato e panoramico esistono alcuni ruderi romani forse appartenenti ad una villa; fu proprio qui vicino che agli inizi del ‘900 vennero estratti due cippi funerari che oggi possono vedersi murati sulla prossima Osteria di S. Marco.

Attraversare queste vallate senza cercare riposo e ristoro è certamente impossibile, quindi
consigliamo Hotel degli Affreschi (+39) 0742.379.243 – 0742.379.643.


All'inizio


Iniziative nel comune di Montefalco