Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Giovedì 14 Dicembre 2017
Italiano English
Tuoro

Parco del Trasimeno


Umbria Online Il Parco del Trasimeno oltre al Lago Trasimeno (superficie di 128km/q e profondità variabile dai 3 ai 6 metri) comprende tutto il sistema spondale che lo circonda, compresi i centri storici minori e maggiori come quelli di Castiglione del Lago e di Passignano.

Dallo specchio lacustre emergono tre isole: La Polvese - 64,4 Ha - di proprietà dell'Amministrazione provinciale, La Maggiore - 23,2 Ha - abitata in modo permanente, La Minore - 6,5 Ha - disabitata e caratterizzata da un ambiente totalmente naturale.

La vegetazione palustre, sia natante che sommersa, è particolarmente ricca con predominanza del fragmiteto. La fascia litoranea al bacino lacuale oltre alla vegetazione ripariale, presenta tratti di lecceto, rovere, quercia nonché di giglio acquatico.

Nelle isole, oltre alla vegetazione idrofitica e spondale, sono presenti l'ulivo e il pino.
Le acque del lago ospitano una ricca ittiofauna, in parte di pregio: la tinca, l'anguilla, la carpa, il luccio, il persico reale. Con l'immissione del pesce gatto o per cause, del modificarsi dell'habitat, quest'equilibrio di specie appare rotto ed impoverito.

L'avifauna è presente con i rapaci come i1 biancone, i1 gufo reale e il falco pescatore ma soprattutto l'avifauna migratoria. Popolano il Trasimeno l'airone, la cicogna, la garzetta, il tarabuso, il cigno selvatico, il fischione, il germano reale, la moretta, l'oca selvatica, lo smergo, il cavaliere d'Italia, il gabbiano, la folaga, la gallinella d'acqua, lo svasso ed il cormorano (la cui presenza numerica - 2.000/3.000 capi - è tale da rendere necessario azionare forme di dissuasione).

Dal punto d ivista antropico la zona del Parco del Trasimeno fu parte dell'Etruria e tombe e resti etruschi sono presenti soprattutto nell'area di Castiglione del Lago.
La romanizzazione avvenne contestualmente a quella di Perugia e il Trasimeno entra nella storia di Roma con la battaglia del 217 a.C. in cui l'esercito di Annibale annientò le legioni e 16.000 soldati persero la vita tra le colline di Tuoro e le sponde del lago.

Roma ha lasciato al Trasimeno il segno della sua grande scienza idraulica con la costruzione del primo emissario destinato a regolarizzare il livello delle acque e ad impedire le inondazioni anticipando una tecnologia ripetuta da Braccio Fortebraccio e fino ai nostri giorni.

La struttura insediativa conservata nel Parco è oggi prevalentemente quella medievale con i castelli, con i centri cinti di mura di Passignano, Monte del Lago e di Castiglione del Lago. Tra i castelli in gran parte diruti, compresi nel Parco, una menzione particolare va a quelli di Isola Polvese e di Isola Maggiore, ma il più importante e ottimamente conservato è quello di Castiglione del Lago, collegato con un lungo camminamento coperto al Palazzo Ducale di Ascanio della Cornia che fu tra i protagonisti della battaglia di Lepanto.

Significativa è poi l'edilizia dei villaggi di pescatori, con esempi consistenti a San Feliciano e a Isola Maggiore. Il Trasimeno ha colpito da sempre la sensibilità degli artisti: il lago dipinse quasi costantemente Pietro Vannucci "Il Perugino" quale componente dei suoi paesaggi; il futurista Gerardo Dottori del lago fece oggetto frequente della sua aereopittura.



Le attività sportive e ricreative

Il Parco del Trasimeno con il suo lago offre valide strutture di servizio per lo sport e il tempo libero: la canoa e la vela sono largamente praticabili e possono contare su tre Club nautici. La pesca sportiva si appoggia ad ambienti ottimali; l'uso di imbarcazioni a motore e lo sci acquatico sono possibili ma con limitazioni sulla potenza installata e sui luoghi di esercizio.

L'andamento prevalentemente pianeggiante delle strade circumlacuali permette un cicloturismo di particolare gradevolezza facilitato dall'accessibilità al Trasimeno offerta dai servizi automobilistici di linea e dalla ferrovia che costeggia il lago da Magione a Passignano a Castiglione del Lago. Una sentieristica, collega il lago con l'entroterra, utilizzabile per iltrekking e per l'ippoturismo completa di punti di sosta attrezzati. Vanno inoltre ricordati il Windsurf ed il Golf.


Educazione ambientale


In questo senso vanno ricordati:

  • L'isola Polvese con il suo laboratorio territoriale “Ambiente come alfabeto” della Provincia di Perugia, centro di incontro, di formazione e di scambio, aperto a tutti gli operatori interessati a sviluppare iniziative di ricerca e sperimentazione nelle tematiche ambientali, con il coinvolgimento di soggetti che operano sia a livello nazionale che internazionale.



    Per prenotazioni e informazioni: Provincia di Perugia

    Tel. 075/5747023 - Dott.ssa Mariella Peraio

    E-mail: educazione.ambientale@provincia.perugia.it


  • L'Oasi Naturalistica La Valle, senz'altro la parte naturalisticamente più interessante di tutto il Parco Regionale del Lago Trasimeno: una grande zona umida , con estesi canneti e numerose presenze faunistiche di alto valore scientifico e per l’alta valenza naturalistica e scientifica che riveste l’Oasi è oggi una delle strutture cardine del Parco. E’ possibile effettuare visite libere o guidate per osservare da vicino gli uccelli acquatici, per attraversare canneti e chiari a bordo del silenzioso battello elettrico. L’Oasi è gestita da Legambiente.


  • Il Museo della Pesca - San Feliciano di Magione che propone dei percorsi conoscitivi sull’origine del lago e sulle sue caratteristiche fisiche ed ambientali, sulla costruzione e funzione dell’Emissario e dell’Immissario, sulle caratteristiche dei pesci che popolano le acque, sulle tecniche di costruzione e sull’uso della rete nel mondo della pesca e sugli antichi sistemi di pesca che venivano impiegati nella zona compresa tra Passignano e Sant’Arcangelo.



    Per prenotazioni e informazioni:

    Museo della Pesca Tel. 075/8479261 - E-mail: didattica@museodellapesca.it



  • Il Centro di Esperienza di Isola Polvere -
    L’Isola Polvere, di proprietà della Provincia di Perugia è destinata a Parco Scientifico nell’ambito del Parco del Lago Trasimeno e come tale dedicata allo sviluppo delle attività di ricerca, sperimentazione, educazione e didattica ambientale.
    Le attività didattiche prevedono lo studio del territorio dal punto di vista storico-natralistico-antropologico e delle tecnologie adottate per limitare l’impatto delle attività umane nei diversi periodi storici. E’ possibile effettuare visite in giornata e campi scuola di più giorni. L’Aula Verde di Isola Polvere è raggiungibile utilizzando i traghetti di linea APM. Possiede una struttura ricettiva con 55 posti letto, un Ostello con 90 posti letto, servizio di ristorazione, aule didattiche, centro documentazione, laboratorio sulle acque, sala convegni di 40 posti.

    Per prenotazioni e informazioni:

    Isola Polvere - Tel. 075/9659546

    E-mail: educazione.ambientale@provincia.perugia.it



  • La Cooperativa “La Buona Terra” - cooperativa agricola, costituita nel 1976 su iniziativa di un gruppo di giovani per il recupero produttivo delle colline intorno al Lago Trasimeno e delle zone marginali abbandonate. Gestisce nel Comune di Passignano S/T un territorio di oltre 100 ettari di cui 40 di bosco di latifoglie in conversione ad alto fusto, un oliveto di 12 ettari, un giardino di erbe officinali, orto, frutteto ed il resto adibito a pascolo per pecore, capre, cavalli e mucche. Dal 1990 ha attivato percorsi di educazione ambientale attraverso il progetto “Fattoria-scuola” nato con l’intento di avvicinare i bambini alla vita di una fattoria tradizionale facendoli partecipare attivamente ai lavori quotidiani e di offrire, per quanto possibile, una visione ecologica dei gesti quotidiani riproponibili nella vita di ogni giorno.
    L’ipotesi centrale delle attività consiste nel proporre la Fattoria-scuola come strategia educativa offrendo a gruppi di bambini e ragazzi la possibilità di partecipare alle attività quotidiane della fattoria seguendone le stagionalità.

    Per prenotazioni e informazioni:

    Cooperativa "La Buona Terra" Tel. 075/829105 - E-mail: buonaterra@libero.it



  • Il centro di esperienza ambientale "Panta Rei " -
    Educare allo sviluppo sostenibile partendo dai gesti della vita quotidiana
    E' questa l'essenza della proposta educativa del centro, che si rivolge alle scuole di ogni ordine e grado, dalle elementari alle superiori.
    L'obiettivo principale di tutto il percorso è quello di far sperimentare ai ragazzi la possibilità di soddisfare i propri bisogni quotidiani in maniera diversa, diminuendo l'impatto sull'ambiente e migliorando la qualità della vita.
    A Panta Rei i cicli delle risorse (acqua, energia, alimentazione, rifiuti) possono essere seguiti e gestiti dall'inizio alla fine, in modo da poter vedere le conseguenze di ogni gesto e di ogni scelta.
    La proposta principale di Panta Rei è la settimana residenziale, ma è possibile anche visitare il centro nell'arco della giornata.

    Per prenotazioni e informazioni:

    Panta rei soc. coop a r.l. - località le pierle 06065 passignano sul trasimeno (perugia)
    Tel: 075 8296164



parco del trasimeno


Gestore: Consorzio fra Enti Pubblici

Sede: Viale Europa - 06065 Passignano sul Trasimeno (PG)
Tel: 075/828059
Fax: 075/828059

Superficie: 13.200 ha

Provincia: Perugia

Istituzione: 1995




All'inizio


Iniziative nel comune di Tuoro sul Trasimeno