Informazioni turistiche su Vacanze a tema, Umbria
Cosmetici Bio-Ecologici
Cosmetici Bio-Ecologici
Direttamente dal Costruttore
Direttamente dal Costruttore
Ospitalità di lusso dal 1922
Ospitalità di lusso dal 1922
Immobili in classe A
Immobili in classe A

Vacanze a tema - Antichi documenti e codici miniati


L'Umbria è una miniera inesauribile di antichi documenti e codici. Fondamentali sono le tavole eugubine, conservate a Gubbio, nella seconda sala di Palazzo Dei Consoli. Si tratta di una raccolta di sette lastre di bronzo incise in lingua umbra (con alfabeto etrusco e latino) risalenti al II-I secolo a.C., che contengono il più importante testo rituale di tutta l'antichità occidentale. Le tavole descrivono dettagliatamente le principali cerimonie religiose di Ikuvium (nome umbro di Gubbio) e furono ritrovate nei pressi del teatro romano da un certo Paolo di Gregorio, che nel 1456 le cedette al comune in cambio di un terreno da pascolo.

Nella Cappella delle reliquie del Duomo di Spoleto è conservato invece, un documento di particolare rilievo: la famosa lettera con firma autografa di San Francesco indirizzata a fra Leone. Francesco risponde alle ansie e ai dubbi di fra Leone con una lettera piena di umanità ed intrisa di sincera tenerezza.
Lo scritto è una vera carta della libertà, che esprime perfettamente lo spirito francescano: "in qualunque maniera ti sembra meglio di piacere al Signore Iddio e di seguire i sui passi e la sua povertà, fallo con la benedizione di Dio e con la mia obbedienza".

Non si possono non citare a questo punto, anche le 21 matricole delle Arti e dei Mestieri di Perugia, conservate nella Biblioteca Augusta. Si tratta di manoscritti, spesso riccamente miniati, dove nel corso dei secoli (dal XIV al XIX sec.) sono stati trascritti gli elenchi degli appartenenti alle corporazioni cittadine.

L'Umbria è una regione che vanta anche antiche tradizioni nella tipografia. Storica è la data dell'11 aprile 1472, quando venne stampata a Foligno dal prototipografo Giovanni Numeister, la prima copia della Divina Commedia di Dante Alighieri. Nella città di Foligno questo evento si celebra ogni anno nel mese di maggio, con interessanti iniziative.

Spostandoci nella provincia di Temi sono da segnalare i codici miniati del '400 conservati nel duecentesco Palazzo Comunale di Stroncone. Qui, insieme a numerose monete, medaglie e sigilli di varie epoche, si ammirano infatti, nove corali di per
gamena contenenti lettere figurate ed istoriate di superba fattura.

------------------
"Umbria...Cuore verde d’Italia. Percorsi d'arte", Agenzia di Promozione turistica dell'Umbria, Perugia, p. 60, per gentile concessione.



© Copyright 2001-2017

SCG Business Consulting S.a.s. di Giacomelli E. & C. - Internet Advertising Division - © 2001-2017 Tutti i diritti riservati - P.IVA 01675690562