Informazioni turistiche su Itinerari , Umbria
Cosmetici Bio-Ecologici
Cosmetici Bio-Ecologici
Direttamente dal Costruttore
Direttamente dal Costruttore
Ospitalità di lusso dal 1922
Ospitalità di lusso dal 1922
Immobili in classe A
Immobili in classe A

Itinerari - Arte e storia sulle rive del Lago Trasimeno


Lungo il lago sorgono centri storici piccoli e grandi, ricchi di cultura, di tradizioni e di arte, tutti inseriti in un paesaggio armonioso e riposante. Ovunque torri, castelli, borghi medievali.
Inoltre le testimonianze dell'arte, soprattutto quella rinascimentale che trovò nel Perugino, nel Pinturicchio e in Raffaello i massimi rappresentanti.
Percorsi di visita suggestivi sono le isole del lago raggiungibili mediante battelli. Notevoli le testimonianze dell'arte a Panicale nelle cui chiese si ammirano dipinti del Perugino e a, Castiglione del Lago, dove il Pomarancio che ha affrescato il Palazzo della Corgna.
Rocche e borghi medievali o palazzi signorili sono a Castiglione del Lago (la Rocca con le sue mura e i suoi camminamenti), a Magione dove si erge il maestoso castello dei Cavalieri di Malta e la Torre dei Lombardi, a Monte del Lago, a Passignano dove si ammira il castello medievale.
A Tuoro, lungo le rive del lago, si trova il Campo del Sole, una mostra all'aperto di sculture di arte contemporanea.
E ancora santuari e monasteri: il monastero degli Olivetani sull'Isola Polvese, il santuario di Mongiovino, della Madonna dell'Oliveto a Passignano sul Trasimeno, della Madonna dei Miracoli a Castel Rigone.

La pesca e l’economia del lago

La pesca, per l'abbondanza di pesce del Trasimeno (tinca, anguilla, carpa, luccio, persico reale), è stata tradizionalmente l'attività prevalente della gente del lago e la base della loro economia. II tutto è documentato nel Museo della Pesca di San Feliciano, un excursus storico sugli insediamenti del territorio, sulle tecniche e sulle attrezzature usate attraverso i tempi. Inoltre a Sant'Arcangelo opera il Centro Ittiogenico del Trasimeno che si occupa dell'allevamento, della riproduzione e del ripopolamento delle specie ittiche del lago.

Gastronomia

La pescosità del lago e la varietà di pesci hanno dato luogo a piatti più saporiti come il "tegamaccio", una specie di zuppa e la "regina in porchetta", carpa aromatizzata e arrostita nei forni a legna. Ottimo l'olio con marchio D.O.P. Umbria. Nell'area del Trasimeno, ai cultivar tradizionali dell'Umbria, si aggiunge la "Dolce Agogia" che conferisce al prodotto aromi e sapori particolari.
Tra i vini vi sono i D.O.C. dei "Colli del Trasimeno" e "Trasimeno".
Prodotti di nicchia sono la la fagiolina del lago: piccoli fagioli del tipo "all'occhio" molto teneri e gustosi e le camette, germogli di broccoletti di rapa dal delicato sapore amarognolo.

Il paradiso degli sport acquatici

Sul lago si possono praticare tutti gli sport nautici, soprattutto la vela che conta due club nautici. Inoltre è luogo ideale per il windsurf, per lo sci nautico e la canoa.
Sentieri segnati e tabellati percorrono le colline che circondano il lago raggiungendo i maggiori centri del bacino. Sono adatti per passeggiate a cavallo, a piedi e in mountain bike. Percorsi naturalistici compiono il perimetro dell'Isola Polvese.

Artigianato

Famosa è la lavorazione dei merletti, il cosiddetto "pizzo d'Irlanda" che si pratica nell'Isola Maggiore. Città della Pieve è nota per la lavorazione dei metalli e, in particolare, per la riproduzione di armi antiche. Magione si distingue per gli sbalzi in rame.

------------------
"Umbria...Cuore verde d’Italia. Umbria delle acque e dei Parchi, Agenzia di Promozione turistica dell'Umbria, Perugia, p. 72, per gentile concessione.



© Copyright 2001-2017

SCG Business Consulting S.a.s. di Giacomelli E. & C. - Internet Advertising Division - © 2001-2017 Tutti i diritti riservati - P.IVA 01675690562